RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

Messaggio da leggereda Bruno Biscuso » mar 22 nov 2022, 9:06

RIPORTO MESSAGGIO:

Salve Sig. Bruno

ho una doppietta Beretta mod 409 che ho ereditato alla morte di mio padre, era stata in soffitta per 20 anni senza manutenzione e le canne sono rovinate da ruggine e ossidazione. Vorrei recuperarla, per me ha un valore affettivo anche se ha nessun valore commerciale, e ho cominciato a leggere forum vari tra cui quelli dove lei scrive, io ci capisco poco, sono un ingegnere elettronico e mi sono sempre occupato di altro, anche se le armi mi sono sempre piaciute.
Prima di tutto le faccio i complimenti per i lavori di restauro delle armi che esegue con grande passione e splendidi risultati.
Ho cominciato a fare qualcosa per la ruggine, in particolare ho cercato di scioglierla con aceto bianco e bicarbonato e ha funzionato abbastanza, il risultato è quello che vede nella foto allegata (all'inizio ce ne era molta di più). Inoltre nella canna più in basso nella foto ho passato delicatamente una spazzolina di ottone rotante messa su una fresina tipo Dremel (ma molto più piccola). Ho messo anche qualche goccia di WD40 mentre passavo la spazzolina. Il risultato è quello che vede, chiaramente anche la brunitura si è schiarita, inoltre i punti più scuri in cui persiste l'ossidazione sono ancora un pò in rilievo (si sentono passandoci sopra il dito)
Io pensavo di procedere in questo modo:

spianare meglio i punti ossidati (lana d'acciaio, carta abrasiva finissima, spazzolina rotante, mi consigli lei)
lavaggio con acetone e alcool
usare il CHEMICAL_7001 per fissare i residui di ruggine
fare una brunitura a freddo (ballistol o altro prodotto, mi consigli lei). Qui non ho capito se la brunitura a freddo va fissata con acqua calda o con olio per armi tra una passata e la successiva. Non ho neanche ben chiaro se la brunitura a freddo quando asciugata va lisciata con carta abrasiva fine (da lucidatura) o lasciata così
di nuovo lavaggio con acetone e alcool
usare il CHMICAL_7010 per proteggere la brunitura

La ringrazio molto e attendo con ansia eventuali suggerimenti
Cordiali saluti

ossidazione_canne.jpg
Cordialità
Bruno
"la Libertà è reale dove è possibile esprimersi senza censure, chiunque dovesse impedirla o porre limiti al pensiero altrui commette un delitto di estrema gravità. L'autoritarismo e le dittature non consentono il propagarsi delle idee e degli scritti." BBG
Avatar utente
Bruno Biscuso
Moderatore
 
Messaggi: 2332
Iscritto il: sab 14 gen 2012, 22:47
Località: SALENTO - Terra del Sole e degli Ulivi N. 40°23' E. 018° 18'
età: 64
prov.: LE

Re: RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

Messaggio da leggereda Bruno Biscuso » mar 22 nov 2022, 9:08

Bruno Biscuso ha scritto:RIPORTO MESSAGGIO:

Salve Sig. Bruno

ho una doppietta Beretta mod 409 che ho ereditato alla morte di mio padre, era stata in soffitta per 20 anni senza manutenzione e le canne sono rovinate da ruggine e ossidazione. Vorrei recuperarla, per me ha un valore affettivo anche se ha nessun valore commerciale, e ho cominciato a leggere forum vari tra cui quelli dove lei scrive, io ci capisco poco, sono un ingegnere elettronico e mi sono sempre occupato di altro, anche se le armi mi sono sempre piaciute.
Prima di tutto le faccio i complimenti per i lavori di restauro delle armi che esegue con grande passione e splendidi risultati.
Ho cominciato a fare qualcosa per la ruggine, in particolare ho cercato di scioglierla con aceto bianco e bicarbonato e ha funzionato abbastanza, il risultato è quello che vede nella foto allegata (all'inizio ce ne era molta di più). Inoltre nella canna più in basso nella foto ho passato delicatamente una spazzolina di ottone rotante messa su una fresina tipo Dremel (ma molto più piccola). Ho messo anche qualche goccia di WD40 mentre passavo la spazzolina. Il risultato è quello che vede, chiaramente anche la brunitura si è schiarita, inoltre i punti più scuri in cui persiste l'ossidazione sono ancora un pò in rilievo (si sentono passandoci sopra il dito)
Io pensavo di procedere in questo modo:

spianare meglio i punti ossidati (lana d'acciaio, carta abrasiva finissima, spazzolina rotante, mi consigli lei)
lavaggio con acetone e alcool
usare il CHEMICAL_7001 per fissare i residui di ruggine
fare una brunitura a freddo (ballistol o altro prodotto, mi consigli lei). Qui non ho capito se la brunitura a freddo va fissata con acqua calda o con olio per armi tra una passata e la successiva. Non ho neanche ben chiaro se la brunitura a freddo quando asciugata va lisciata con carta abrasiva fine (da lucidatura) o lasciata così
di nuovo lavaggio con acetone e alcool
usare il CHMICAL_7010 per proteggere la brunitura

La ringrazio molto e attendo con ansia eventuali suggerimenti
Cordiali saluti

ossidazione_canne.jpg


Appena possibile...
Cordialità
Bruno
"la Libertà è reale dove è possibile esprimersi senza censure, chiunque dovesse impedirla o porre limiti al pensiero altrui commette un delitto di estrema gravità. L'autoritarismo e le dittature non consentono il propagarsi delle idee e degli scritti." BBG
Avatar utente
Bruno Biscuso
Moderatore
 
Messaggi: 2332
Iscritto il: sab 14 gen 2012, 22:47
Località: SALENTO - Terra del Sole e degli Ulivi N. 40°23' E. 018° 18'
età: 64
prov.: LE

Re: RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

Messaggio da leggereda Domenico Carluccio » sab 26 nov 2022, 19:57

Ciao a tutti,
sono l'autore del messaggio che gentilmente il Sig. Biscuso ha riportato sul forum, chiunque possa darmi qualche consiglio può farlo tranquillamente in attesa che il sig. Biscuso possa trovare il tempo di darmi il suo prezioso contributo. Io nel frattempo ho lisciato perfettamente le canne della foto con la paglietta d'acciaio molto sottile. Le canne sono ora molto lisce, la brunitura non è messa così male (magari i prossimi giorni posto altre foto), ma le macchie scure di ossidazione che si vedono nella foto sono rimaste. Mi piacerebbe uniformare il colore della brunitura, quindi come ho già scritto pensavo di fissare le ossidazioni con il CHEMICAL_7001, ma mi aspetto che le disuniformità della brunitura rimangano.
Secondo voi con la brunitura a freddo e successivamente con il CHEMICAL_7010 riesco a recuperare una brunitura uniforme?
Il brunitore a freddo è efficace se passato sulla brunitura originale un po' sbiadita o ha effetto solo sull'acciaio nudo?
Accetto volentieri consigli anche su quale brunitore a freddo usare (io pensavo il Ballistol)

Grazie
Domenico
Domenico Carluccio
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mer 16 nov 2022, 19:29
età: 56
prov.: RM

Re: RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

Messaggio da leggereda piero » dom 27 nov 2022, 11:35

Carissimo Domenico, mi piacerebbe darti una mano e contribuire alla risoluzione del problema, purtroppo ci vuole esperienza e abilità. Dobbiamo portare pazienza e aspettare il Maestro e Amico Bruno che ci spiani la strada. Vedrai che quanto prima interverrà e darà le dritte necessarie per effettuare un buon lavoro.
piero
Avatar utente
piero
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun 19 mar 2012, 20:46
età: 70
prov.: Pa

Re: RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

Messaggio da leggereda Bruno Biscuso » mar 29 nov 2022, 21:50

Bruno Biscuso ha scritto:RIPORTO MESSAGGIO:

Salve Sig. Bruno

ho una doppietta Beretta mod 409 che ho ereditato alla morte di mio padre, era stata in soffitta per 20 anni senza manutenzione e le canne sono rovinate da ruggine e ossidazione. Vorrei recuperarla, per me ha un valore affettivo anche se ha nessun valore commerciale, e ho cominciato a leggere forum vari tra cui quelli dove lei scrive, io ci capisco poco, sono un ingegnere elettronico e mi sono sempre occupato di altro, anche se le armi mi sono sempre piaciute.
Prima di tutto le faccio i complimenti per i lavori di restauro delle armi che esegue con grande passione e splendidi risultati.
Ho cominciato a fare qualcosa per la ruggine, in particolare ho cercato di scioglierla con aceto bianco e bicarbonato e ha funzionato abbastanza, il risultato è quello che vede nella foto allegata (all'inizio ce ne era molta di più). Inoltre nella canna più in basso nella foto ho passato delicatamente una spazzolina di ottone rotante messa su una fresina tipo Dremel (ma molto più piccola). Ho messo anche qualche goccia di WD40 mentre passavo la spazzolina. Il risultato è quello che vede, chiaramente anche la brunitura si è schiarita, inoltre i punti più scuri in cui persiste l'ossidazione sono ancora un pò in rilievo (si sentono passandoci sopra il dito)
Io pensavo di procedere in questo modo:

spianare meglio i punti ossidati (lana d'acciaio, carta abrasiva finissima, spazzolina rotante, mi consigli lei)
lavaggio con acetone e alcool
usare il CHEMICAL_7001 per fissare i residui di ruggine
fare una brunitura a freddo (ballistol o altro prodotto, mi consigli lei). Qui non ho capito se la brunitura a freddo va fissata con acqua calda o con olio per armi tra una passata e la successiva. Non ho neanche ben chiaro se la brunitura a freddo quando asciugata va lisciata con carta abrasiva fine (da lucidatura) o lasciata così
di nuovo lavaggio con acetone e alcool
usare il CHMICAL_7010 per proteggere la brunitura

La ringrazio molto e attendo con ansia eventuali suggerimenti
Cordiali saluti

ossidazione_canne.jpg

Ho appena letto il messaggio, vedo le canne quasi sbiancate.
A questo punto andrebbero brunite a freddo, bonificate ed infine trattate con CHEMICAL_7010
Sul sito: chemical-division.company.site/, c'è anche un brunitore che può essere un valido aiuto.
Cordialità
Bruno
"la Libertà è reale dove è possibile esprimersi senza censure, chiunque dovesse impedirla o porre limiti al pensiero altrui commette un delitto di estrema gravità. L'autoritarismo e le dittature non consentono il propagarsi delle idee e degli scritti." BBG
Avatar utente
Bruno Biscuso
Moderatore
 
Messaggi: 2332
Iscritto il: sab 14 gen 2012, 22:47
Località: SALENTO - Terra del Sole e degli Ulivi N. 40°23' E. 018° 18'
età: 64
prov.: LE

Re: RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

Messaggio da leggereda Domenico Carluccio » mer 30 nov 2022, 13:24

Bruno Biscuso ha scritto:
Bruno Biscuso ha scritto:RIPORTO MESSAGGIO:

Salve Sig. Bruno

ho una doppietta Beretta mod 409 che ho ereditato alla morte di mio padre, era stata in soffitta per 20 anni senza manutenzione e le canne sono rovinate da ruggine e ossidazione. Vorrei recuperarla, per me ha un valore affettivo anche se ha nessun valore commerciale, e ho cominciato a leggere forum vari tra cui quelli dove lei scrive, io ci capisco poco, sono un ingegnere elettronico e mi sono sempre occupato di altro, anche se le armi mi sono sempre piaciute.
Prima di tutto le faccio i complimenti per i lavori di restauro delle armi che esegue con grande passione e splendidi risultati.
Ho cominciato a fare qualcosa per la ruggine, in particolare ho cercato di scioglierla con aceto bianco e bicarbonato e ha funzionato abbastanza, il risultato è quello che vede nella foto allegata (all'inizio ce ne era molta di più). Inoltre nella canna più in basso nella foto ho passato delicatamente una spazzolina di ottone rotante messa su una fresina tipo Dremel (ma molto più piccola). Ho messo anche qualche goccia di WD40 mentre passavo la spazzolina. Il risultato è quello che vede, chiaramente anche la brunitura si è schiarita, inoltre i punti più scuri in cui persiste l'ossidazione sono ancora un pò in rilievo (si sentono passandoci sopra il dito)
Io pensavo di procedere in questo modo:

spianare meglio i punti ossidati (lana d'acciaio, carta abrasiva finissima, spazzolina rotante, mi consigli lei)
lavaggio con acetone e alcool
usare il CHEMICAL_7001 per fissare i residui di ruggine
fare una brunitura a freddo (ballistol o altro prodotto, mi consigli lei). Qui non ho capito se la brunitura a freddo va fissata con acqua calda o con olio per armi tra una passata e la successiva. Non ho neanche ben chiaro se la brunitura a freddo quando asciugata va lisciata con carta abrasiva fine (da lucidatura) o lasciata così
di nuovo lavaggio con acetone e alcool
usare il CHMICAL_7010 per proteggere la brunitura

La ringrazio molto e attendo con ansia eventuali suggerimenti
Cordiali saluti

L’allegato ossidazione_canne.jpg non è disponibile

Ho appena letto il messaggio, vedo le canne quasi sbiancate.
A questo punto andrebbero brunite a freddo, bonificate ed infine trattate con CHEMICAL_7010
Sul sito: chemical-division.company.site/, c'è anche un brunitore che può essere un valido aiuto.



Buongiorno Bruno e grazie della risposta.
Ho appena acquistato sul sito il brunitore a freddo e il CHEMICAL_7010.
Allego altre immagini delle canne per rendere meglio l'idea dello stato attuale.
Ho qualche domanda essendo un principiante, spero trovi il tempo di rispondermi:
1) il brunitore lo posso passare allo stato attuale delle canne o devo togliere completamente la vecchia brunitura (in circa metà della superfice mi sembra ancora buona anche se sbiadita)?
2)Le macchie di ossidazione come si comportano con la brunitura? Devo consumarle fino ad avere il metallo nudo?
3)Cosa intendi con bonificate?

Grazie
Domenico
Allegati
canne1.jpg
Domenico Carluccio
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mer 16 nov 2022, 19:29
età: 56
prov.: RM

Re: RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

Messaggio da leggereda Domenico Carluccio » mer 30 nov 2022, 13:38

Aggiungo un po' di foto delle canne allo stato attuale
Allegati
canne6.jpg
canne5.jpg
canne4.jpg
canne3.jpg
canne2.jpg
Domenico Carluccio
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mer 16 nov 2022, 19:29
età: 56
prov.: RM

Re: RESTAURO DOPPIETTA BERETTA MOD. 409

Messaggio da leggereda Bruno Biscuso » ven 2 dic 2022, 20:10

Domenico Carluccio ha scritto:Aggiungo un po' di foto delle canne allo stato attuale

Da quanto vedo ci sono della parti chiare, non dovevi ridurle così.
Comunque, passa della lana d'acciaio su tutti i punti, e con una spazzolina rotativa in acciaio (Dremel) pulisci gli zigrini della bindella.
Una volta sgrassato le canne con acetone passa pure un brunitore a freddo, poi lo pulisci nuovamente e lo ripassi fino ad una colorazione uniforme. Infine dovresti bollire le canne per 20 minuti con aggiunta di una sostanza basica (bicarbonato di sodio) ma se non hai il recipiente puoi fare impacchi con uno straccio con acqua calda.
Al termine a canne sciutte (col fon) fai una passata leggera con la pagliuzza 0000.
Se il lavoro risulta abbastanza soddisfacente passa il Chemical_7010 per finire.
Cordialità
Bruno
"la Libertà è reale dove è possibile esprimersi senza censure, chiunque dovesse impedirla o porre limiti al pensiero altrui commette un delitto di estrema gravità. L'autoritarismo e le dittature non consentono il propagarsi delle idee e degli scritti." BBG
Avatar utente
Bruno Biscuso
Moderatore
 
Messaggi: 2332
Iscritto il: sab 14 gen 2012, 22:47
Località: SALENTO - Terra del Sole e degli Ulivi N. 40°23' E. 018° 18'
età: 64
prov.: LE


Torna a RESTAURI, MECCANICA, ANALISI TECNICHE, DISATTIVAZIONE



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron