Rivoltelle sconosciute

In questa Sezione si tratteranno argomenti relativi alle Armi da Fuoco, ai Produttori, ed alla documentazione Storica e Tecnica.

Rivoltelle sconosciute

Messaggio da leggereda mario pinna » dom 21 gen 2018, 19:15

Buonasera a tutti, sinceramente sono capitato in questo forum per porre un quesito, ma vedendo gli argomenti vari che soddisfano la nostra grande passione: armi caccia e tiro, credo che sarò molto presente.
Non sono ancora esperto di navigazione quindi chiedo scusa se non sono sull'apposito spazio.
Vorrei, gentilmente, informazioni su questi due revolver:
Il primo, calibro .380 a percussione centrale, canna 95 mm, telaio aperto come i noti Lefaucheux a spillo, portello di caricamento con apertura verso l'alto senza sistema Abadie, completamente inciso, presumibilmente di fabbricazione belga perché reca la scritta ELG dentro un ovale impresso sul tamburo e visibile solo con lente di ingrandimento;
Il secondo, di piccole dimensioni, calibro .320 a percussione centrale, canna 43 mm, grilletto pieghevole, portellino con apertura verso il basso e sistema Abadie funzionante, senza alcun segno identificativo.
Allego foto e ringrazio infinitamente.
Cordiali saluti. mario pinna.
https://photos.app.goo.gl/A6Lc3PzbZ2NR4d9k1
Avatar utente
mario pinna
Collaboratore
 
Messaggi: 298
Iscritto il: dom 21 gen 2018, 17:45
Località: Usini
età: 62
prov.: SS

Re: Rivoltelle sconosciute

Messaggio da leggereda Bruno Biscuso » dom 21 gen 2018, 22:11

mario pinna ha scritto:Buonasera a tutti, sinceramente sono capitato in questo forum per porre un quesito, ma vedendo gli argomenti vari che soddisfano la nostra grande passione: armi caccia e tiro, credo che sarò molto presente.
Non sono ancora esperto di navigazione quindi chiedo scusa se non sono sull'apposito spazio.
Vorrei, gentilmente, informazioni su questi due revolver:
Il primo, calibro .380 a percussione centrale, canna 95 mm, telaio aperto come i noti Lefaucheux a spillo, portello di caricamento con apertura verso l'alto senza sistema Abadie, completamente inciso, presumibilmente di fabbricazione belga perché reca la scritta ELG dentro un ovale impresso sul tamburo e visibile solo con lente di ingrandimento;
Il secondo, di piccole dimensioni, calibro .320 a percussione centrale, canna 43 mm, grilletto pieghevole, portellino con apertura verso il basso e sistema Abadie funzionante, senza alcun segno identificativo.
Allego foto e ringrazio infinitamente.
Cordiali saluti. mario pinna.
https://photos.app.goo.gl/A6Lc3PzbZ2NR4d9k1

Sono dei comuni revolver civili databili intorno al 1885, immediatamente successivi a quelli a spillo di Lefaucheux.
Non hanno un grande valore, anzi abbastanza scarso a causa delle leggi molto restrittive dopo la L. 110/75.
Sarebbe ore di eliminare dalle armi comuni da sparo le avancarica e le armi anteriori al 1870.
Allegati
revolver.jpg
Cordialità
Bruno
"la Libertà è reale dove è possibile esprimersi senza censure, chiunque dovesse impedirla o porre limiti al pensiero altrui commette un delitto di estrema gravità. L'autoritarismo e le dittature non consentono il propagarsi delle idee e degli scritti." BBG
Avatar utente
Bruno Biscuso
Moderatore
 
Messaggi: 2111
Iscritto il: sab 14 gen 2012, 22:47
Località: SALENTO - Terra del Sole e degli Ulivi N. 40°23' E. 018° 18'
età: 64
prov.: LE

Re: Rivoltelle sconosciute

Messaggio da leggereda mario pinna » lun 22 gen 2018, 6:36

Buongiorno Bruno, grazie per la risposta immediata.
Quello che cercavo era proprio l'epoca, non tanto il valore, perché sto riordinando in previsione della nuova proposta di legge del 2018 che recepisce la Direttiva Europea del 2017, a mio avviso molto severa.
L'obbiettivo è riordinare il tutto e separare le antiche dalle moderne, ma sono necessari dati che provano l'appartenenza ad un determinato periodo.
Ho pure una Bodeo calibro 10,4 mm del 1916 sulla quale per alcuni è antica perché il modello è 1889, per altri moderna perché fabbricata successivamente. Boohh.
Comunque grazie di cuore, un forum interessantissimo che leggerò tutti gli argomenti.
buona giornata.
Avatar utente
mario pinna
Collaboratore
 
Messaggi: 298
Iscritto il: dom 21 gen 2018, 17:45
Località: Usini
età: 62
prov.: SS


Torna a STORIA DELLE ARMI DA FUOCO E DOCUMENTI



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron